L'ARMONIA dei FIORI DI BACH


Da tempi immemorabili si sa che la Provvidenza ha affidato alla Natura la prevenzione e la cura delle malattie attraverso le erbe, le piante, gli alberi arricchiti della Grazie di Dio.

I rimedi naturali qui descritti hanno dimostrato di essere benedetti fra tutti gli altri nel piano divino” Edward Bach

Edward Bach medico- omeopata- erborista (1886-1936) era convinto che la malattia fosse causata da un conflitto, una disarmonia tra anima e personalità

“…il conflitto sorge quando la nostra personalità si distacca dalla via tracciata dall’Anima, sia per influsso delle nostre passioni, sia perché suggestionata da altri” E. Bach

Secondo Bach, infatti le cause della disarmonia sono da ricercarsi

nell’AVIDITÀ, nell’EGOISMO, nell’ORGOGLIO, nella CRUDELTÀ, nell’ODIO, nell’IGNORANZA, nell’INSTABILITÀ, nell’ARROGANZAnella mancanza d’AMORE.

I fiori ristabiliscono la connessione con il nostro Sé, ci aiutano a valorizzare la nostra essenza.

Il Dr.Bach individuò in un primo momento 12 fiori, definiti “12 Healers”

“12 Guaritori”, che rappresentano simbolicamente le 12 virtù cristiane, i 12  apostoli, intesi come archetipi, sono rimedi di situazioni acute e sono:

-AGRIMONY – AGRIMONIA – SINCERITÀ

-CENTAURY – CENTAUREA MINORE – GENTILEZZA

-CERATO – CERATO – UBBIDIENZA

-CHICORY – CICORIA – AMORE

-CLEMATIS – VITALBA – IMPEGNO

-GENTIAN – GENAZIANA – AMARELLA – PERDONO

-IMPATIENS – IMPATIENS – PAZIENZA

-MIMULUS – MIMOLO GIALLO – GRATITUDINE

-ROCK ROSE – ELIANTEMO – GIOIA

-SCLERANTUS – CENTIGRANI – AMICIZIA

-VERVAIN – VERBENA – EDUCAZIONE

-WATER VIOLET – CONDIVISIONE

In un secondo tempo scoprì i 7 aiutatori e i 12 assistenti.

I 7 aiutanti ci parlano di situazioni subacute, cristallizzate o croniche, mentre i 19 assistenti sono piante arboree e lavorano su emozioni e condizioni animiche molto profonde e dolorose, è la cronicizzazione.

La malattia fisica è un fatto materiale; la paura è mentale. La prima può essere trattata con mezzi fisici di un sistema eccellente. E proprio come le erbe hanno un elevato potere sul corpo e sulla mente, allo stesso modo la prossima guarigione prepara la mente all’unione spirituale e al controllo consapevole delle vita per mezzo della divinità interiore.

Essenzialmente è la volontà all’origine della malattia fisica e la paura di quella mentale.

In questo regno non c’è alcuna fiducia , alcuna speranza, alcun dubbio, c’è CERTEZZA. Il tempo non conta, lo spazio con ha importanza.

Cercate e state attenti a non perdere alcuna opportunità di imparare che potete essere capaci di aiutare gli altri, poiché dopo che avete cercato e osservato il mondo, in momenti di calma arriverà la risposta al vostro problema dalla vostra interiorità.”

E.BACH (Marlow, Buckinhamshire 22 aprile 1933)

In questo spazio cercherò di fare questo, come suggerito da Bach, cercare di osservare il mondo e aiutare gli altri.

Iniziando questo percorso con un fiore magico, che fa parte del gruppo dei rimedi per la paura, il fiore dei primi alberi che fioriscono quando sta per arrivare la primavera

 VISCIOLO/ CHERRY PLUM/ PRUNUS CERASIFERA /MIRABOLANO

In francese definito “la mêre du bois” ha una fioritura precoce, abbondante, come se non riuscisse a controllare il proprio ciclo vitale.


Prunus cerasifera o Mirabolano (visciolo), è il primo albero che comincia a fiorire quando sta per arrivare la primavera, con una fioritura abbondante e appunto precoce, quasi non riuscisse a “controllare” il proprio ciclo vitale

Scheffer e Storl in “Le piante per la psiche “scrivono:

“Il Mirabolano dei bianchi fiori sta, come il prugnolo, totalmente sotto il segno della Dea Bianca, la grande incantatrice, la signora delle donne sagge e delle streghe, colei che nell’antico Galles dei Cimbri era celebrata come Blodeuwedd, la nata dai fiori. Mìrabolano e Prugnolo sono in prevalenza piante da siepe. Una volta la siepe separava la terra coltivata da quella incolta, il territorio ordinato e civilizzato da quello silvano con tutti i suoi animali selvaggi e i minacciosi spettri. Le seguaci della Dea Bianca erano “hagazussa ‘ esseri che sedevano sui recinti e presso le siepi. Questi esseri che sono poi diventati quegli esseri diabolici chiamati streghe, avevano accesso alle selvagge forze della natura, anche a quelle della natura interiore, generalmente inconscia, cioè l’oscuro intrico della psiche “.

In onore della Dea Bianca e del suo amante - un essere soprannaturale dotato di corna che personifica l’archetipo della mascolinità — si tenevano le celebrazioni del plenilunio di primavera, durante le quali si beveva l’idromele: queste celebrazioni erano feste sfrenate, dionisiache, orgiastiche che potevano essere celebrate soltanto al di fuori della civiltà.

Con Cherry Plum Bach ha scoperto un rimedio che aiuta l’uomo a dominare le proprie profondità, a placare la Dea selvaggia e a confrontarsi con coraggio, franchezza e tranquillità con le pulsioni dell’inconscio.

La paura è quella di perdere la ragione, di commettere gesti insani, di perdere il controllo di sé e delle proprie emozioni e azioni, di lasciarsi andare a impulsi violenti.

Qualità armoniche: il fiore dona calma, limpidezza di mente, capacità di agire in modo razionale. Il soggetto Cherry Plum, ha delle percezioni in più rispetto alla media delle persone.

Frase positiva: “Ho fiducia in me e nel mio comportamento”

Nei bambini per l’enuresi notturna, autismo, balbuzie, scoppi improvvisi di ira

by Simona