PRIMA ISTRUZIONE  (Messaggio del 27/04/2017)


Figli della luce, la fine del grande tempo è prossima e ora più che mai i figli dei figli e i padri dei padri sono chiamati a raccolta per scegliere la strada da compiere. 

Si è parlato di scelta, di perfezione nella scelta, di appartenenza e di libertà; tutto ciò affinché voi sappiate decidere il vostro esistere in un tempo futuro che è costruito sulla possibilità dell'ora.

Non è possibile scegliere se nel profondo di ognuno di voi non si sia compreso la propria natura,  se non si sia capito la reale appartenenza ad una famiglia che è maggiore del piccolo nucleo di cui ognuno di voi fa esperienza ogni giorno. Ma voi siete figli della luce, illuminati quindi da una coscienza superiore che vi permette di espandere il vostro sentire oltre il circuito minimo di appartenenza fisica; il vostro sentire pulsante si trasforma in uno stato emozionale contagioso che come gocce di rugiada tocca esseri inermi. Questa è la grandezza del Disegno del Padre che chiama a raccolta i prediletti per raccogliere e abbracciare nuovamente gli smarriti.

Noi siamo stati chiamati per istruirvi con nuova modalità perché nuovo è il metodo di percezione per gli esseri della terra in balia dei grandi mutamenti fisici ed energetici che essa sta subendo e a cui partecipa attivamente da diversi anni.

Il nuovo metodo è il continuo interrogarsi su ciò che sembra normale ma che ora è messo in discussione da nuove possibilità, nuove sfaccettature di significato nella continua apertura del sentire. Avete conquistato il posto che vi appartiene dall'inizio dei tempi, ora dovete rinsaldare l'antico legame ed affacciarvi al nuovo con dovizia e presenza. Continueremo a porvi domande stuzzicando il vostro sé ancora assopito dai miti terreni, toglieremo le vecchie certezze rendendovi puri e candidi nel prossimo momento della grande scelta che tocca a voi senza deleghe celesti.

E una prima doverosa scelta è proprio nel conformarsi a una precisa appartenenza di genere non a parole ma vivendo pienamente la propria appartenenza facendosi esempio luminoso agli occhi degli accecati e alle orecchie dei sordi. Non esiste senso fisico che non percepisca colui che vive nella pienezza.

Il momento della raccolta dei frutti è vicino, la Messe è prossima, siate pronti a ricevere e ridonare il frutto che non è vostro ma a voi viene e da voi proviene.

                                                  dai Messaggeri Is truttori per il nuovo tempo