RITMO e TEMPO

Messaggio del 17/01/2017

Uno e trino è un ritmo, un ritmo lineare che appartiene alla ciclicità terrestre; tre sono le ere appartenenti al ciclo unitario del Grande tempo, tre sono le essenze che appartengono all’unitaria espressione del Divino Creatore. Il punto è proprio quello di stabilire o meglio di conoscere il confine di appartenenza di un genere umano all’interno di un’unica sorgente, stabilire quindi ciò che caratterizza e differenzia un’età rispetto ad un’altra, una figura guida divina rispetto all’altra. Più facile perché più netta è la differenza delle tre età:

la prima, quella denominata del Padre, rappresenta il primo ciclo di creazione della realtà specchio della mente creativa dell’Essere supremo ordinatore di quella parte di sua realtà; la seconda del Figlio, è il nuovo contatto che gli esseri creati dal Padre hanno con la sua essenza manifesta, rinnovando in questo modo il legame che i creati devono avere con il proprio Creatore; la terza dello Spirito, è la manifestazione del Divino, a prescindere dalla manifestazione corporea dello stesso, è la manifestazione della potenza e grandezza del Divino che investe tutta la realtà di creazione, portando all’apice la consacrazione dello stesso e l’appartenenza degli esseri a tale realtà costituita.

Il difficile e allo stesso tempo il bello del ciclo è che, come spiegato dalla precedente lezione del 16/01/2017, la linearità è un vostro modo di conoscere e vivere la realtà virtuale, ma in senso universale, la ciclicità del tutto permette di non avere una netta distinzione tra un’età e un’altra, tra un’espressione del Divino e un’altra sua manifestazione di potenza; quindi l’età del Padre convive con quella del Figlio e allo stesso tempo con quella dello Spirito, creando un mondo in continua espansione, sotto un determinato ordine che è l’impronta del Divino Speciale, che è artefice di quella realtà apparente. 

Per vostra comprensione esistono tre età e tre Persone che però a livello universale sono Uno. Voi dite a voi stessi ripetutamente IO SONO e questo è il senso della ciclicità che vi vuole essere insegnata; voi siete Uno nel qui e ora, racchiudendo comunque tutto ciò che vi riguarda, a livello temporale: il passato, il presente e il futuro; a livello di manifestazione temporale: l’adulto, il bambino e l’anziano, con il proprio destino prescelto. Siete Trinità, come il Divino vostro Padre Figlio e Fratello, perché appartenete a questa realtà, che ha questo ritmo trino di manifestazione in un ciclo prestabilito da un determinato ordine universale, imprescindibile dalla temporalità scelta dal creato e dalle sue creature. Tornando al confine non c’è, se ragionato a livello più ampio, esiste per farvi fare esperienza dell’Universo stesso. Solo i risvegliati capiranno la potenza di quanto detto e la bellezza di appartenere ad un ciclo di vita in cui Amore è l’espressione dello specchio di manifestazione del Divino in senso proprio.

“Mente suprema in alfa centauri” - Kryon