Messaggio di Venerdì 9 giugno 2006

Quando avrete trasformato voi stessi avrete trasformato il mondo

Il vostro essere in esistenza temporale è in una soluzione biologica stracolma di eventi legati al vostro esistere in dualità e non potrebbe rispondere ad una logica rivolta solo allo Spirito senza prendere coscienza del sentiero scelto nella dualità temporale.

Dall’Unica cellula vi siete suddivisi in miriadi di atomi viventi e tali atomi hanno costruito un nucleo appartenente solo a quell’atomo collegato in energia molto potente a tutti gli atomi esistenti che hanno assunto forme ed anime differenti. Il cuore del Sole Centrale governa questa potentissima energia vitale che crea e distrugge continuamente l’effimero in eventi più o meno potenti.

Molteplici energie viventi si aggregano in catene collegate da spirali intrecciati, che nel moto perpetuo, danno luogo ad una forza.  Se si cerca di disgregare questa forza in un punto centrale, essa scatena altra forza di potentissima energia distruttiva di separazione. Non occorre che un’energia guidata dalla menta sia allenata, essa è potente e se è guidata verso un obiettivo ben preciso, può costruire dal nulla una cattedrale. (quello che voi credete “nulla”, ma il nulla non esiste) Se quella stessa forza è invertita, può produrre la distruzione di quella stessa cattedrale. Negli spazi esiste il Tutto e da esso si crea la Vita, l’intelligenza, il pensiero, la mente, la forma e ogni cosa ha il suo scopo che rispecchia lo Spirito. 

Poiché sul pianeta nulla si crea e nulla si distrugge, la cattedrale costruita dona forza vivente, è un’unione di materia aggregata secondo un certo flusso creante intelligente. Nel campo della materia, ciò che si riunisce in un sol corpo e prende forma di unità congiunta nei suoi particolari in giusto equilibrio, è concepita secondo regole dettate dalle leggi della materia.  

  Quando la totalità delle menti collegate alla forma organica materiale si consumano, terminano il proprio ciclo vitale e s’inoltrano verso la separazione di morte. In quel momento la materia inerte entra nello squilibrio e, perduto l’equilibrio delle forze energetiche, cambia stato, si frantuma in milioni di forme disarmoniche sbilanciate, si trasforma e quella materia conserva la propria indistruttibile energia.  La morte è un’energia di separazione, di spartizione della materia dall’anima e di conseguenza alla distruzione della forma creata e poi consumata in un ciclo vitale.  Ogni energia esistita, resta nel mondo sotto altra forma e nell’etere vive nel mondo dell’invisibile ai sensi, ma pulsante con frequenze percepibili nello spazio-tempo e attingendo la forza dal respiro della Terra vivente.  Gli eventi che si susseguono sono determinati dalle tante energie che pulsano e scandiscono il respiro, i battiti del cuore, gli impulsi elettrici della mente. Ogni cosa è collegata all’altra, come la vita, la morte, le distruzioni, il danaro, le malattie, la compassione, la povertà, la ricchezza, la prepotenza, la santità, la magia, la guarigione e quella forza individuale che voi chiamate “miracolo”. 

È una lunga catena collegata ad una grande griglia ove tutto è energia e tutto è Vita.  

        È ciò che è chiamato Creazione che si vede con i sensi della vista, 

è ciò che si vede con gli occhi dell’anima. 

 È il suono che si percepisce attraverso la melodia infinita.  

E’ la scala dei colori che gli occhi possono visualizzare.

I colori, i suoni, i sapori, gli odori e ciò che quanto di meraviglioso percepite 

nel visibile e oltre ilvisibile, è il dono per assaporare la vita, 

che vi invade, vi avvolge in tutto il vostro lungo andare.

     Il Tutto è  solo energia esistente, è forza energetica potente, 

che vi impedisce d’operare verso o contro e vi spinge a centrare.

Tutto quello che vi circonda è vita pulsante, è corpo esistente, è mente vibrante, è cuore ricolmo d’emozioni, è anima vera, è crescita esistenziale nell’energia sul punto centrale dell’UNO .

Questo vale per il corpo, per la mente che governa il corpo, per il cuore che governa  corpo e mente, per l’anima che governa ogni cosa con la propria energia del corpo, mente e cuore. 

Richiedete con la fede incrollabile che la vostra carne riacquisti la sua giusta energia vitale. Richiedete alla vostra mente di scegliere gli eventi legati alla materia.       

Richiedete al vostro cuore di sentire la comprensione verso i vostri simili affinché si tramuti in compassione e misericordia. 

Nel comprendere se stessi si comprende gli altri amandoli nei loro limiti, grandezze, miserie.

Fate che la vostra anima sia circondata da Amore, Amore e Amore verso la Vita e verso i vostri simili, perché essi sono voi stessi e nella vostra trasformazione più elevata  siate i miei figli più amati perché voi trasformerete il mondo. 

Che sia l’Amore a governare i vostri corpi, le vostre menti, i vostri cuori, le vostre anime in eterno nella felicità dei mondi infiniti.  Siate come le mie pecorelle smarrite che hanno ritrovato la via per ritornare alla casa del Padre e della Madre mia. 

Siate come quel figlio che, dopo aver girato per monti e per valli, sperperato i suoi poteri, le sue ricchezze, ma pentito e molto più saggio, ritorna alla casa del padre. Il padre lo accoglie e fa festa perché il figlio nella pena ha compreso, è cresciuto e s’è trasformato. La sua trasformazione può in armonia trasformare il mondo. 

Siate il mio gregge di pecorelle che in purezza percorrono i sentieri più duri e amando il vostro operare vi benedico nell’Infinito dei Mondi in Amore e Luce.

 Amen.